L’isola fra i Monti

Una occasione diversa per chiudere le feste di agosto: il 26 agosto, domenica, sulle Aie di Casanova Sinistra, dalle ore 10, si tiene L’ISOLA FRA I MONTI, PRIMA FIERA-MERCATO DEI PRODUTTORI AGRICOLI ED ARTIGIANALI DELLE TERRE ALTE, organizzato dall’ Ecomuseo dell’Appenino Lombardo Il Grano in erba.

E’ un’occasione diversa per tanti motivi: prima di tutto visitare il borgo di Casanova Sinistra, piccolissima frazione sulla riva sinistra dello Staffora, in Comune di Santa Margherita di Staffora, appena prima di Cegni: un pugno di case  in pietra rosata, portici stretti che si aprono sulle aie lastricate in pietra, ove un tempo tutta la comunità si riuniva per la trebbiatura, battere i ceci, filare, chiacchierare  un poco sui sedili di pietra addossati ai muri delle cantine. Muri che ancora recano i cardini che reggevano le pesanti porte, che alla sera venivano  chiuse, per preservare dai ladri e dai lupi gli abitanti e le piccole ricchezze.

E’ una bella occasione per rifornirsi di prodotti autentici di questi luoghi, prima del rientro in città; espongono infatti diversi giovani produttori agricoli della montagna con formaggi caprini  e vaccini, carne all’erba, frutta, verdura, patate, uova fresche e tartufi, micca di Casanova e pani di grani antichi,  focacce e biscotti, salumi, uova, fagiolane e fagiolini. Colpisce la professionalità e l’entusiasmo di questi giovani imprenditori, che testimoniano come la montagna sia viva e abbia voglia di esprimersi, anche con la qualità dei suoi prodotti.

Accanto all’agricoltura, l’artigianato e la cultura nelle opere di Ertola,  negli oggetti d’arte e di sogno di Elena Villetti, nelle forme calde e avvolgenti degli abiti di Donatella Muffatto, che apre il suo atelier per mostrare in diretta la nascita di un capo esclusivo, fino alle caleidoscopiche forme create da Gaetano e dagli Amici di Varzi, con l’aiuto di Giorgio. E poi ancora le guide di Alessandro Disperati, i gioielli di Aeris Momenta, i deliziosi disegni di Valentina, i ricami di Mariuccia e l’arte del pifferaio magico Stefano.

Da mezzogiorno è possibile ristorarsi con i salami di Angelo de Domenici, la carne all’erba del Biancospino, la Stafforella della Mucca blu.

Dalle ore 15  nell’AREA CAMPO DI CALCIO CASANOVA DESTRA, a cura della A.S.D Pian del Poggio Bike&Ski è possibile provare l’emozione di guidare una e-bike lungo i sentieri o provare a montare a cavallo nel prato assistiti dalla  ASD Cattle Driving  Association, che gestisce il campo scuola e passeggiate al  Passo dell’Armà.

Alle 16, tutti sulle aie per godere delle musiche tradizionali con le voci di Casanova, il piffero di Andrea Ferraresi   e la fisarmonica di Yuri Domenichella: sono musiche della festa e del lavoro, per eventi felici o tristi della vita quotidiana, ma  lo stare insieme sul ballo unisce tutti in una dimensione di gioia.

“E’ un arrivederci per ritrovarsi in autunno, a Natale e poi ancora un’altra estate con la Pro-loco e la Biblioteca di Santa Margherita di Staffora e l’Ecomuseo dell’Appenino Lombardo Il Grano in Erba” di dice la coordinatrice dell’Ecomuseo Concetta Pugliese”un grazie di cuore ai tanti volontari ed agli sponsor che hanno aiutato l’iniziativa”

btr

Festa delle Aie 2018

I commenti sono chiusi