S.A.L.T.A Oltre i tuoi limiti. Sport Appennino Lombardo Terre Alte

Cosa sono i limiti?

La povertà, l’isolamento, le distanze, la cultura, la mancanza di fiducia in se stessi ….
Le Terre Alte sono una grande palestra naturale, tutta da scoprire e vivere insieme;
non occorre chiedere un permesso: tutti sono già dentro, è uno spazio di tutti e per tutti, che grazie a questo progetto sarà valorizzato, attrezzato con servizi, personale, attrezzature, perché ogni bambino possa saltare oltre, verso una vita piena di relazioni,esperienze, affetti, felicità.

L’Ecomuseo dell’Appennino Lombardo “Il Grano in Erba” aderisce con gioia al Progetto S.A.L.T.A Oltre i tuoi limiti.
Sport Appennino Lombardo Terre Alte condividendo pienamente gli obiettivi, la vision e la mission alla base del Progetto.

La rete degli spazi S.A.L.T.A. mira a generare luoghi fisici speciale in cui, si crea la possibilità di una relazione di qualità tra bambini, adolescenti, giovani, tra giovani adulti e utenti, tra giovani e territorio.
La dimensione territoriale risponde ad una precisa scelta di realizzare un progetto integrato, in grado di generare e rendere persistente una modalità di lavoro trasversale e partecipativa, premessa per la nascita di un partenariato ampio e diversificato in grado di offrire le necessarie competenze, risorse finanziarie ed operative e, soprattutto, di rendere persistente le attività anche dopo la fine del progetto.
Le attività di progetto saranno progettate ed organizzate in sinergia con le finalità e le progettualità in atto del C.O.N.I Sezione di Pavia.

Obiettivi cardine del progetto sono:
Rimuovere gli ostacoli di natura territoriale, culturale, sociale che impediscono ai bambini/e la pratica delle attività sportive.
Avvicinare allo sport le famiglie e quindi sensibilizzarle sull’opportunità di farlo praticare ai figli.
Avvicinare il mondo femminile alle sport, le mamme e quindi le bambine
Creare le premesse per la continuazione del progetto, grazie al:
– Coinvolgimento e valorizzazione delle risorse umane locali
– Investimento formativo e culturale nelle Associazioni sportive
– Sensibilizzazione della scuola
– Creazione di una rete stabile per la collaborazione fra i soggetti
– Scelta di pratiche sportive a basso costo, le premesse per la persistenza del progetto

L’attività sportiva è perfettamente omogena al nostro territorio. Attraverso lo sport, il divertimento e il gioco i bambini e gli adolescenti potranno imparare alcuni dei valori più importanti della vita, poiché l’attività fisica promuove non violenza, tolleranza e pace.
Lo sport insegna importanti valori quali amicizia, solidarietà, lealtà, lavoro di squadra, autodisciplina, autostima, fiducia in sé e negli altri, rispetto degli altri, modestia, comunicazione, leadership, capacità di affrontare i problemi, ma anche interdipendenza.
Oltre ad avere un ruolo fondamentale nel trasformare i bambini in adulti responsabili e premurosi, il progetto potrà riunire i giovani, aiutarli ad affrontare le sfide quotidiane e a superare le differenze culturali, linguistiche, religiose, sociali, ideologiche, con un linguaggio universale in grado di colmare i divari, preservare le differenze, di promuovere i valori fondamentali per allentare la tensione e favorire il dialogo, nel nostro territorio in cui per la prima volta si incontrano culture e linguaggi diversi.
Lo sport, e prima ancora l’attività ludica, diventa il percorso per coinvolgere il gruppo in maniera naturale e senza pregiudizi, stimolando la crescita dell’organizzazione e del singolo individuo, il riconoscimento dell’esistenza dell’Altro (compagno o avversario) di cui è necessario tenere conto se si vogliono ottenere soddisfazioni, prima fra tutte il puro divertimento, fino ad arrivare alla consapevolezza di «aver giocato bene», secondo le proprie possibilità, indipendentemente dal risultato.
E’ questa un’esperienza di socializzazione che quindi non deriva solo da fattori generici (quali, ad esempio, il fatto che lo sport, come qualsiasi altra attività, è un pretesto per frequentare altre persone, per uscire di casa, ecc.) ma deriva da fattori più specifici quali quelli originati dalla costituzione di un vero e proprio gruppo di lavoro che ha uno scopo da raggiungere e che utilizza metodi e strumenti prefissati.

I commenti sono chiusi